· 

Pulizie: costruisci la tua routine

Questa settimana su Instagram abbiamo appurato una cosa importante: fare le pulizie non piace (quasi) a nessuno!

 

Uno dei problemi principali è quello di costruirsi una routine efficace che si possa mantenere nel tempo e che possa essere agilmente modificabile in caso di esigenze.

 

Il segreto principale di una buona routine è quella di potersi permettere di non seguirla.

 

Si, hai capito bene!

Portare avanti una buona routine serve principalmente per mantenere uno stato di pulizia costante in casa.

Se la pulizia è generalizzata posso permettermi di saltarla senza che la casa appaia un disastro.

 

Ok, non sempre ovviamente, altrimenti non sarebbe una routine, ma una tantum si: quando sono stanca, quando arrivo tardi dal lavoro, quando sono malata...

 

Le routine possono essere:

  • Giornaliere - quelle da svolgere ogni giorno
  • Settimanali - da svolgere a rotazione ogni settimana
  • Mensili/periodiche - per tutto quello da svolgere periodicamente

Routine giornaliere

Per stabilire le tue ruotine giornaliere chiediti innanzitutto quanto tempo sei sicura di poter dedicare alle pulizie.

Inutile porsi l'obiettivo di voler tirare a lucido tutta la casa se lavori fuori 8 ore al giorno, hai due figli, la cena da preparare, il cane da far passeggiare e via dicendo.

 

Meglio porsi 2/3 obiettivi fissi ed essere sicura di portarli certamente a termine.

 

Su Instagram ho chiesto quale fosse la cosa che ci fa dire "questa casa è un disastro" quando andiamo in visita ad un amico o un parente. Il 99% dei miei follower ha risposto il disordine, le cose sparse in giro, il caos.

E' quello che penso anche io. Facciamo quindi tesoro di questa impressione e fissiamo la prima routine certa giornaliera:

  • il riordino

Facciamo velocemente, un pochino tutti i giorni (se lasciamo deragliare il caos avremo 100 cose da riordinare tutte insieme, e ci serviranno due ore. Se ne riordiniamo 10 tutti i giorni impiegheremo solo pochi minuti e ci verrà meno l'ansia) possibilmente chiediamo collaborazione a chi abita con noi: se tutti tengono riordinate giornalmente le proprie cose ci sarà meno da fare per tutti.

 

L'altra routine fondamentale è quella di 

  • pulire sul pulito

ti sembra una cosa scema? eppure è il modo migliore per evitare che mobili ed elettrodomestici si incrostino di sporco e impiegare tantissimo tempo (inutile) per pulire: la cosa migliore è pulire immediatamente, appena ci si accorge di aver sporcato: i fornelli quando il sugo esce, il forno subito dopo aver cotto, il lavandino quando cade il pezzettino di dentifricio.

Fallo immediatamente, in un secondo e ti risparmierai fatica e ore di sfregamenti

 

La terza routine è più una questione di concetto:

  • rifare il letto

da il senso di iniziare bene la giornata, con una certa disciplina. 

Dopo aver sistemato i cuscini e tirato bene le lenzuola possiamo mettere la prima spunta della nostra to-do-list quotidiana!

Routine settimanali

Le routine settimanali sono quelle azioni che non è detto che dobbiamo svolgere proprio tutti i giorni ma che sarebbe bene che almeno una volta alla settimana le facessimo.

Parlo di:

  • spolverare
  • dare l'aspirapolvere
  • lavare i pavimenti
  • pulire il bagno
  • pulire la cucina
  • fare il bucato
  • stirare

Ovviamente queste routine devono essere modulate a seconda della tua singola situazione: se vivi sola andranno bene una sola volta a settimana, se hai una famiglia numerosa probabilmente no; se hai un cane l'aspirapolvere andrà data anche più volte la settimana; se vivi in una casa piccola puoi radunare più mansioni nello stesso giorno, se è grande alleggerisciti suddividendo in giorni diversi.

 

Dovrai tener conto anche di cose che puoi

  • delegare ad altri (es. marito, colf, lavanderia, ecc)
  • automatizzare (es. il robot aspirapolvere, lavastoviglie, ecc)

inserendo quindi altre attività extra.

 

Fai una piccola to-do-list da tenere in mezzo all'agenda o in un promemoria sul cellulare.

Scrivi tutte le attività che ritieni di dover fare ogni settimana, in modo da mantenerne il controllo.

Non scriverne più di 7 al giorno (al massimo 8 se puoi accorparne due) in modo da svolgerne circa una al giorno in aggiunta delle routine giornaliere.

Routine periodiche

Infine abbiamo le routine periodiche, ovvero tutte quelle attività che si fanno più raramente e che normalmente portano via molto tempo.

Per esempio:

  • lavare i vetri e i davanzali
  • cambio di stagione
  • lavare le tende
  • pulire gli infissi
  • lucidare i mobili
  • pulire le mensole molto alte
  • e via dicendo...

Anche per questa tipologia di pulizie ti consigli di farti delle to-do-list di controllo da aggiornare quando ti vengono in mente nuove faccende.

Ti consiglio anche di scrivere vicino la data in cui le esegui, in questo modo ti renderai facilmente conto quanto tempo è passato dall'ultima volta che le hai fatte.